John Luther

Umano Ladro

Description:

Giovane umano di bell’aspetto.

Non ha mai conosciuto i suoi genitori.

Da piccolo è stato uno dei Piccoli Lamm, i bambini sfruttati da Gaedren Lamm.

Quando aveva 15 anni, è stato venduto per una notte da Gaedred Lamm a un nobile locale che abusò di lui.

Sei anni dopo, quando non era più con Lamm, incontrò il nobile, si introdusse in casa sua e lo uccise nel sonno.

Oggi vive da solo in una piccola stanza in affitto a Korvosa Vecchia.

Ha contatti con alcuni luogotenenti della Società Cerulea che gli affidano di tanto in tanto qualche lavoretto.

si mantiene rubando e lavorando per la società cerulea.

Bio:

.

Non era facile trovare una coppia di lame identiche a un prezzo abbordabile. John aveva sempre avuto una fissazione per la simmetria, lo turbava profondamente impugnare due spade spaiate.

Anche pagare lo turbava profondamente ma era difficile intrufolarsi nella forgia e rubare le armi tenute nell’armadio del seminterrato. Ci aveva provato, una volta, e per poco non ci restava secco, se le guardie lo avessero scoperto avrebbe dovuto fuggire alla svelta dalla città una volta uscito di galera: la Gilda non ama chi la ostacola, le armerie della parte sud pagano un generoso pizzo per evitare i furti, di conseguenza non vanno toccate.

Lasciò scivolare le lucide corone d’oro nella mano lurida del fabbro. Vedere quelle unghie sporche grattare la moneta lo fece trasalire, odiava lo sporco. Pensare di maneggiare ogni giorno quei piccoli pezzi di metallo intrisi di sudiciume lo faceva trasalire ma, d’altronde, erano quei piccoli dischi a far girare il mondo. Si segnò in un angolo della mente di toccare il meno possibile quei soldi una volta rubati al fabbro. Rubare delle armi chiuse dietro diverse pareti di pietra era un conto, borseggiare un vecchio ubriaco fuori dalla taverna… beh, quello era decisamente un’altra cosa.

John Luther è un giovane umano di bell’aspetto, snello e rapido nei movimenti. John non ha mai conosciuto i suoi genitori, Gaedren Lamm era la cosa più vicina ad un padre per lui. Costretto fin da piccolo a rubare, la vita del ragazzo non è mai stata facile.
Korvosa è una città dura per chi possiede solo quello che può entrare nelle proprie tasche, per questo Luther ha sempre cercato di riempirsele il più possibile.
Nonostante la vita fosse dura il ragazzo se la cavò fino ai 15 anni, la vita era dura, Lamm era un pezzo di merda ma si tirava avanti.

Tutto fino al giorno in cui il bastardo lo vendette per una notte a un nobile locale. Quella notte tutto cambiò. Scappò dal dormitorio dove viveva con gli altri piccoli Lamm e non vi fece più ritorno.

Sei anni dopo, quasi per caso, incontrò per strada l’uomo che aveva abusato di lui tanti anni prima. John lo riconobbe subito mentre l’uomo non si accorse di lui.

Luther ancora non si spiega cosa guidò i suoi passi quella sera: seguì l’uomo fino alla sua residenza, si intrufolò passando da una finestra e sgozzò il verme mentre dormiva. Nonostante intorno a lui ci fosse un bottino cospicuo, John non toccò niente. Sgusciò fuori e tornò alla sua stanza come se niente fosse accaduto. Una sola certezza gli riempiva la mente: Gaedren avrebbe fatto presto la stessa fine.

Aveva solo bisogno di qualcuno che lo aiutasse a farlo, col ciccione era stato fortunato, ma con Gaedren Lamm sarebbe stata tutta un’altra faccenda.

John Luther

Bless of the Crimson Thursday Omaster