Bless of the Crimson Thursday

Una ragazzina ammalata

Seven days to the grave parte 1

Nella serata di domenica, alla locanda dei Tre Anelli, si festeggia la vittoria degli avventurieri nel torneo della Regina.

Juan Sanchez Villalobos Ramìrez resta nella sua stanza, e Horan Tuk-Baruhk è ancora ricoverato al Sanatorio Themanexus, mentre i compagni fanno baldoria con i popolani attirati dalla loro fama e dalla birra offerta da Theandra Darklight.

Mentre Ragnar resta fino a notte tarda e fino a quando non è completamente sbronzo, Lionel C.K. lascia prima la festa e sale al piano superiore per chiedere a Ramirez la sua parte del premio dato al gruppo da Lord Varian Jeggare. Il Brevoyano, però, non acconsente di dividere il premio con il compagno, asserendo che era destinato solo ai quattro che hanno combattuto la finale del torneo.

Grenon Tadder, invece, lascia la festa dopo un paio d’ore per dirigersi al covo dell’anguilla dove se la spassa con un paio di prostitute prima di acquistare un po’ di brivido da Devargo Barvasi che porterà alla sua vecchia padrona di casa, Agnes che ne ha una certa dipendenza.

La mattina seguente, gli avventurieri si dedicano a impegni diversi: Ramirez fa visita alla Regina Ileosa Arabasti, chiedendo se è possibile acquistare una abitazione tra quelle di proprietà della città, ma visti gli alti costi deve desistere, Ragnar decide di andare a correre per smaltire i postumi della nottata, Lionel si reca al mercato cittadino insieme a Wiola Valkin, che sta corteggiando, mentre Grenon si reca nel cantiere della casa paterna che sta risistemando e consegna a Mastro Gerard del denaro per i manovali.

Nel pomeriggio, Juan Sanchez Villalobos Ramìrez decide di investire le duemila monete d’oro che è riuscito a guadagnare nella settimana del torneo acquistando un barcone, ormeggiato ai moli orientali, che vorrà trasformare nella sua abitazione.

Il giorno successivo, Horan Tuk-Baruhk esce finalmente dal sanatorio, avendo recuperato quasi tutte le forze e si ritrova con i compagni all’ora di pranzo, nella locanda di Theandra. Proprio mentre stanno pranzando, arriva in locanda Grau Soldado. L’uomo sta cercando Jhatal, che però non è con i compagni, in quanto sua nipote Brienna Soldado è da un paio di giorni che ha la febbre alta, e delle strane macchie rosse sul viso.

Gli avventurieri decidono di andare a cercare Jhatal e dopo averla rintracciata, di dirigersi insieme a Grau verso la casa di Tayce, che è fuori città, in quel borgo noto come ‘Fine del Sentiero’. Ragnar dopo avere cercato inutilmente di convincere Feynman a seguirlo, passa al Sanatorio Themanexus dove spiega la situazione a Mirjam che accetta di accompagnarlo.

Arrivati nella piccola casa, scoprono che Tayce, disperata, ha fatto chiamare dai suoi figli un chierico di Abadar, un giovane vudrano, di nome Ishani Dhatri. Non potendo curare la ragazzina in quanto la madre non è in grado di fare una adeguata offerta alla Banca di Abadar, il sacerdote sta cercando di dare il suo aiuto preparando un infuso di piante medicinali.

Salendo al piano superiore trovano Brienna in pessime condizioni: ha la febbre alta, è molto pallida ed ha sul volto delle brutte chiazze rosse. Mirjam non riconosce nei sintomi nessuna malattia nota, e crede che solo con un intervento divino sarà possibile guarire la bambina. Gli avventurieri decidono di pagare di loro tasca le 350 monete d’oro che la sacerdotessa è tenuta a chiedere, e poco dopo che la cura divina è stata impartita, le macchie sul volto di Brienna scompaiono e la febbre scende.

Subito dopo, Jhatal le chiede se nei giorni precedenti abbia fatto qualcosa di strano, o sia venuta in contatto con qualcuno o qualcosa di strano. La ragazzina in un primo momento non risponde, poi ammette di avere trovato due giorni prima sulla riva dello Jeggare un cofanetto pieno di monete d’argento. Entusiasta per la scoperta, ha speso tutto il denaro insieme a degli amici in città, e crede che siano stati gli dei a punirla con questa malattia per avere sperperato tutte quelle monete anzichè consegnarle alla madre.

Gli avventurieri provano a fare qualche ricerca a Punta Nord per vedere di rintracciare qualche moneta di quelle spese da Brienna, ma senza risultato.

Rientrati alla locanda, trovano una missiva lasciata a Theandra da un ragazzo: è indirizzata a Grenon Tadder. A scriverla è Vencarlo Orisini che chiede al suo ex allievo di raggiungerlo all’accademia e di farlo con estrema discrezione. Lo sfregiato informa i compagni che si recherà da Vencarlo, e che li raggiungerà al tramonto ai moli orientali nel Distretto Interno, dove sono stati invitati tutti da Ramirez.

Grenon arriva all’Accademia Orisini, stranamente chiusa. Dopo avere bussato, viene ad aprirgli direttamente Vencarlo che lo invita ad entrare e lo conduce nel suo studio. Ad attenderli c’è una ragazza con i capelli cortissimi e il viso ancora segnato da lividi recenti: nonostante l’abbia vista solo per pochi istanti, il guerriero la riconosce subito: è la ragazza che la regina aveva spacciato per Trinia Sabor e che doveva essere decapitata al suo posto. La ragazza salvata da Blackjack e sulla quale pende una taglia di 5000 monete d’oro!

Vencarlo Orisini riferisce a Grenon che un ‘amico comune’ ha portato la ragazza, che si chiama Delora, da lui lo stesso giorno della fallita esecuzione e che egli la nasconde nella sua accademia da quasi due settimane. La situazione non può però andare avanti, anche perchè già in due occasioni delle guardie Korvosiane si sono presentate da lui chiedendo informazioni, ed egli teme di essere sotto lo stretto controllo della corona, che più volte ha avversato anche troppo palesemente.

Egli chiede quindi a Grenon di scortare Delora fuori città, e di procurarle un cavallo. La ragazza poi potrà dirigersi ad Harse una cittadina non lontana da Korvosa, dove grazie a una lettera di Vencarlo che porterà con se, troverà asilo da amici fidati.

Grenon accetta di occuparsi della cosa, e resta d’accordo con Vencarlo che si incontreranno al molo 21 di Korvosa Vecchia a tarda notte, per prendere in consegna Delora. Poi si dirige verso i moli orientali per incontrare i compagni. Giunto sul posto, scopre la sorpresa che Juan Sanchez Villalobos Ramìrez aveva in serbo: un barcone in buono stato, lungo più di 40 piedi, abbastanza grande da potere ospitare tutti loro, al quale ha deciso di dare il nome di Shintia.

Dopo avere inaugurato il natante, gli avventurieri, informati da Grenon sull’incontro avuto con Vencarlo, vorrebbero utilizzerarlo la notte stessa per fare attraversare lo Jeggare alla ragazza, ma Ramirez non è ancora in grado di condurlo, per cui decidono di affittare una piccola barca a Korvosa Vecchia. Giunti all’appuntamento con Vencarlo, prendono in custodia Delora facendo attenzione di non essere visti da nessuno. Vencarlo volta loro le spalle e fa per andarsene, ma prima che si allontani Lionel C.K. gli si avvicina e gli mormora una frase: ‘Mi piacerebbe collaborare con Blackjack’.

Comments

Omaster

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.